4G

Come l’avvento della 4G segnerà il boom delle chat video su smart phone

Il vecchio modo di chattare e la vecchi idea di chat, che era legato all’impiego della semplice comunicazione attraverso l’uso della scrittura con l’ausilio degli emoticon, rappresenta una metodologia ormai obsoleta, abbandonata dalla maggior parte di coloro che ne hanno fatto ampio utilizzo, che si sono convertiti con piacere a delle metodologie di chat implementate e migliorate. E persino i pochissimi nostalgici della forma più pura di chat si sono dovuti adattare, a causa della chiusura di Messenger.

In più, l’avvento della 4G non potrà che spingere con ancora maggiore decisione verso l’affermazione di questo nuovo modo di chattare, basato quindi anche sullo scambio molto veloce di dati (video, foto e audio anche molto pesanti), con tempi di risposta effettivamente ridotti, e la possibilità di sfruttare le chat video o quelle audio (magari sfruttando le potenzialità del Voip), con un servizio ancora più stabile. In particolare la nuova tecnologia del 4G creerà una serie di vantaggi che, pur non essendo stati pensati in modo specifico per le possibilità di sfruttare tutti i servizi accessori disponibili per le chat,  andranno a migliorarne l’esperienza in maniera esponenziale.

Non solo i processi di download risultano ancora più veloci (un aspetto che vale anche per i vari servizi di streaming), ma i maggiori benefici si ottengono soprattutto per i ridotti tempi di latenza (ovvero di risposta quando viene effettuata una richiesta di un determinato contenuto), ma anche per l’uplink molto più veloce (che riguarda invece l’invio dei file sotto qualsiasi formato e tipologia). Tutto questo ovviamente si traduce anche in una riduzione dei tempi di accesso alle stesse chat, e uno scambio che avviene in tempo reale, sfruttando ogni genere di app (da quelle legate ai social network, a quelle più specificatamente pensate per la comunicazione in senso stretto come nel caso di Skype). Quindi dalle potenzialità dei vari servizi, e dalle implementazioni degli usi (che potrebbero avere tanto carattere lavorativo quanto di svago o di divertimento), ci si aspetta una vera e propria esplosione di accessi e di impieghi, e l’unico freno che al momento si registra è la carenza di device e lo scarso numero di modelli di smartphone o tab che supportano la 4G.